Validazione

Nelle soluzioni di governo elettronico non basta che i documenti siano firmati; la validità delle firme apposte deve anche poter essere controllata: la firma è corretta? E' stata apposta al momento indicato? Il firmante era autorizzato ad apporre la sua firma?

La validità delle firme digitali apposte sui documenti PDF può ad esempio venir controllata direttamente con Adobe (Acrobat) Reader. Tale procedura presenta tuttavia i seguenti inconvenienti:

  • Non è possibile stabilire con certezza se il firmante era autorizzato ad apporre la sua firma sul documento in questione. 
  • Le firme apposte correttamente sui documenti appaiono spesso come “non valide”, sia a causa dell'assenza dei cosiddetti certificati root sul PC del destinatario, sia perché Adobe Reader non è configurato in modo corretto. 

La validazione non riuscita delle firme confonde il destinatario, il quale il più delle volte non sa quali firme siano qualificate secondo il diritto svizzero. Il Validator, che utilizza un certificato di sicurezza della Confederazione Svizzera, è invece in grado di determinare in modo semplice e con certezza se un documento sia stato firmato correttamente.

  • Il servizio di validazione delle firme (Signature Validator Service) è una componente consistente in un servizio web erogato da un'applicazione web. Il Validator non solo permette il controllo (matematico) della correttezza della firma, ma nei casi che coinvolgono un'autorità verifica pure se la firma “quadra” con il documento, ovvero se il firmante era autorizzato ad apporre la sua firma sul documento in questione.
    Servizio di validazione
     
  • Il Validator discreto fa lo stesso lavoro del servizio di validazione delle firme, ma contrariamente a quest'ultimo permette la validazione di una firma senza che documenti confidenziali debbano lasciare il proprio PC.
    Validator discreto

Link importanti

Concetti

Temi

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 10.12.2014